La paura: consigli per l’uso

Quando il bambino è piccolo e ha paura del buio, gli diciamo: “non devi avere paura”, “non avere paura”, magari ci mettiamo anche a spiegargli perché non dovrebbe avere paura, ma molto raramente ci soffermiamo a capire le sue ragioni. Fin dall’infanzia, quindi, la paura è accompagnata da un velato senso di colpa: “non devi”,…

Chiamami col tuo nome

Non so bene da dove iniziare perché di questo film preferirei semplicemente non parlare. Io non scrivo recensioni come farebbe un critico, l’unico motivo per cui parlo di qualcosa è la pura condivisione, senza tecnicismi, non ne sarei all’altezza. Non saprei nemmeno da dove cominciare per dirvi che senso di dolcezza e devastazione mi ha…

Tre manifesti a Ebbing, Missouri

Già il titolo è tutto un programma: in barba alla convenzione che vuole titoli brevi e facili da ricordare! Per una buona volta, la traduzione italiana non si è permessa di stravolgerlo e lo ha riportato tale e quale all’originale, Three billboards outside Ebbing, Missouri. Difficile inquadrare questo film in un genere, difficile incasellarlo o…

Sii libera di essere prigioniera

“Libera di essere prigioniera” è la frase che introduce il mio blog. La partorii anni fa per un amico che sentivo molto vicino nella mia condizione di “prigionia”. All’epoca pensai, e lo penso ancora oggi, che era l’augurio più bello che si potesse fare a chi si sente prigioniero di qualcosa: non colpevolizzarti, sentiti libero…

Sono puri i loro sogni

Dopo il Matteo Bussola di “Notti in bianco, baci a colazione” che ci aveva fatto immergere nell’esperienza della paternità e nelle conseguenti dinamiche familiari, troviamo qui un Bussola più “serio”, in questo libro approfondisce il divario tra quello che era la scuola prima e quello che è la scuola ora, o almeno sul modo in…

Lettera ad uno sconosciuto

Mi piacerebbe sapere come piangi. Se hai mai urlato la tua rabbia o se sei riuscito a reprimerla per tutto questo tempo. Se perdoni, se vuoi chi non c’è, se accanto a te hai chi non vuoi, se ti manca qualcuno. Vorrei vederti mentre cammini da solo, per vedere se rallenti in salita, se ti…

Parla, mia paura

È cominciata con la paura. Paura delle automobili. Paura dei treni. Paura delle luci troppo forti. Dei luoghi troppo affollati, di quelli troppo vuoti, di quelli troppo chiusi e di quelli troppo aperti. Paura dei cinema, dei supermercati, delle poste, delle banche. Paura degli sconosciuti, paura dello sguardo degli altri, di ogni altro, paura del…

La saga dei Cazalet: ultimo volume

Ho terminato la saga dei Cazalet. Prendere congedo da questa meravigliosa famiglia è doloroso. Mi sembra di vedermeli sfilare davanti agli occhi mentre mi salutano con compostezza e cordialità; ed io li saluto a mia volta, mentre mi allontano sul mio consueto treno immaginario che mi porterà dentro altre storie. Ho voluto bene a questa…

I viaggi di Daniel Ascher

Sono arrivata a questo libro per puro caso: in una piccola edicola di paese non c’era quello che cercavo, così ho optato per questo romanzo, ispirata quasi esclusivamente dalla copertina e dal fatto che l’autrice è una professoressa di Letteratura Comparata (materia universitaria che scelsi per la tesi), residente a Parigi e al suo esordio…

Identikit – Conosciamo noi stessi?

Leggera scoliosi. L’equilibrio ne risente. Inseguo più che essere inseguita. (No, questo era vero in passato) I libri mi salvano dai vuoti cosmici. Anzi, spesso, raccontano o mi svelano i vuoti cosmici che ho dentro. Altre volte mi parlano di vuoti colmati e di pienezza eterna. Le relazioni sono fondamentali. Amica più che fidanzata. Fidanzata…

Terapia di coppia per amanti

Ah! De Silva è sempre una boccata d’aria fresca in una giornata particolarmente afosa. Con un suo libro si ha la certezza di “liberarsi”, non so se mi capite. Ma sicuramente i suoi fan avranno capito benissimo. L’uso della lingua di De Silva è inconfondibile, liberatoria appunto, la sua napoletanità è quel valore aggiunto che…

Notti in bianco, baci a colazione

Cosa c’è di più bello della maternità? Forse la paternità.   Ovviamente la mia è una battuta, ma è di questo che parla il primo libro di Matteo Bussola, “Notti in bianco, baci a colazione”. Si tratta di un concentrato di tenerezza, il diario personale di un uomo che nella sua famiglia ha riscoperto il…