Manifesto perduto

È l’immobilità che colpisce. Il senso di impotenza. Siamo divisi, divisi nettamente: tra chi appoggia il nuovo governo, ne è incuriosito, aspetta speranzoso la svolta promessa e chi invece soffre terribilmente ad ogni parola, dichiarazione, commento dei nuovi signori del male. Non voglio nemmeno farne una questione di ideologia: destra, sinistra, non mi interessano più,…

Olga di carta

“Olga di carta” è una favola, un romanzo, un racconto per bambini, una guida per adulti. L’autrice è Elisabetta Gnone; esperta di letteratura per l’infanzia e l’adolescenza, è una beniamina nel suo ambiente. Ho avuto la fortuna di partecipare ad un incontro pubblico dedicato alla scrittrice e i bambini (soprattutto bambine, a dire il vero)…

Out is me: unAnormalestoriAtipica

Ieri sera sono stata a vedere uno spettacolo teatrale molto potente, che con un mix di ingredienti non banali, riesce a portare in scena una realtà complessa come quella dell’autismo. Come definire questo spettacolo: un racconto di vita? Un viaggio? Un’elaborazione di sentimenti? Un manifesto? Un inizio? Un traguardo? Al di là della definizione di…

La paura: consigli per l’uso

Quando il bambino è piccolo e ha paura del buio, gli diciamo: “non devi avere paura”, “non avere paura”, magari ci mettiamo anche a spiegargli perché non dovrebbe avere paura, ma molto raramente ci soffermiamo a capire le sue ragioni. Fin dall’infanzia, quindi, la paura è accompagnata da un velato senso di colpa: “non devi”,…

Sii libera di essere prigioniera

“Libera di essere prigioniera” è la frase che introduce il mio blog. La partorii anni fa per un amico che sentivo molto vicino nella mia condizione di “prigionia”. All’epoca pensai, e lo penso ancora oggi, che era l’augurio più bello che si potesse fare a chi si sente prigioniero di qualcosa: non colpevolizzarti, sentiti libero…

Sono puri i loro sogni

Dopo il Matteo Bussola di “Notti in bianco, baci a colazione” che ci aveva fatto immergere nell’esperienza della paternità e nelle conseguenti dinamiche familiari, troviamo qui un Bussola più “serio”, in questo libro approfondisce il divario tra quello che era la scuola prima e quello che è la scuola ora, o almeno sul modo in…

Lettera ad uno sconosciuto

Mi piacerebbe sapere come piangi. Se hai mai urlato la tua rabbia o se sei riuscito a reprimerla per tutto questo tempo. Se perdoni, se vuoi chi non c’è, se accanto a te hai chi non vuoi, se ti manca qualcuno. Vorrei vederti mentre cammini da solo, per vedere se rallenti in salita, se ti…

Parla, mia paura

È cominciata con la paura. Paura delle automobili. Paura dei treni. Paura delle luci troppo forti. Dei luoghi troppo affollati, di quelli troppo vuoti, di quelli troppo chiusi e di quelli troppo aperti. Paura dei cinema, dei supermercati, delle poste, delle banche. Paura degli sconosciuti, paura dello sguardo degli altri, di ogni altro, paura del…

Identikit – Conosciamo noi stessi?

Leggera scoliosi. L’equilibrio ne risente. Inseguo più che essere inseguita. (No, questo era vero in passato) I libri mi salvano dai vuoti cosmici. Anzi, spesso, raccontano o mi svelano i vuoti cosmici che ho dentro. Altre volte mi parlano di vuoti colmati e di pienezza eterna. Le relazioni sono fondamentali. Amica più che fidanzata. Fidanzata…

Le scelte che non hai fatto

Io cercavo pezzi della mia storia, ho incontrato altre storie. E mi sono piaciute. Non ho mai creduto nell’esistenza dell’anima, né del resto all’esistenza di un vero io, più vero dell’altro, o degli altri, che ci portiamo dentro. Come quando un’amica ti dice: non sei tu. Ma cosa sono secondo te? Sono io, anche questa…

Storie della buonanotte per bambine ribelli

100 vite. 100 donne. Un progetto di crowdfunding che ha battuto tutti i record. Un libro ideato da due italiane: Elena Favilli e Francesca Cavallo. All’apparenza tutto molto bello e stimolante, ma c’è qualcosa che mi stona, lo devo ammettere. Per prima cosa, nel titolo. Il fatto che sia rivolto a “bambine ribelli” mi innesca uno…

The Young Pope

Cosa succederebbe se la Chiesa venisse improvvisamente amministrata da un Papa che non scende a compromessi con i credenti? Un Papa integerrimo e tiranno, uno che vuol far rispettare tutti i precetti della Cristianità così come vengono presentati secondo dottrina? Uno che non cerca il consenso delle masse, che esalta il fanatismo, che vuole riportare…