Lettera ad uno sconosciuto

Mi piacerebbe sapere come piangi. Se hai mai urlato la tua rabbia o se sei riuscito a reprimerla per tutto questo tempo. Se perdoni, se vuoi chi non c’è, se accanto a te hai chi non vuoi, se ti manca qualcuno. Vorrei vederti mentre cammini da solo, per vedere se rallenti in salita, se ti…

Parla, mia paura

È cominciata con la paura. Paura delle automobili. Paura dei treni. Paura delle luci troppo forti. Dei luoghi troppo affollati, di quelli troppo vuoti, di quelli troppo chiusi e di quelli troppo aperti. Paura dei cinema, dei supermercati, delle poste, delle banche. Paura degli sconosciuti, paura dello sguardo degli altri, di ogni altro, paura del…

Identikit – Conosciamo noi stessi?

Leggera scoliosi. L’equilibrio ne risente. Inseguo più che essere inseguita. (No, questo era vero in passato) I libri mi salvano dai vuoti cosmici. Anzi, spesso, raccontano o mi svelano i vuoti cosmici che ho dentro. Altre volte mi parlano di vuoti colmati e di pienezza eterna. Le relazioni sono fondamentali. Amica più che fidanzata. Fidanzata…

Le scelte che non hai fatto

Io cercavo pezzi della mia storia, ho incontrato altre storie. E mi sono piaciute. Non ho mai creduto nell’esistenza dell’anima, né del resto all’esistenza di un vero io, più vero dell’altro, o degli altri, che ci portiamo dentro. Come quando un’amica ti dice: non sei tu. Ma cosa sono secondo te? Sono io, anche questa…

Storie della buonanotte per bambine ribelli

100 vite. 100 donne. Un progetto di crowdfunding che ha battuto tutti i record. Un libro ideato da due italiane: Elena Favilli e Francesca Cavallo. All’apparenza tutto molto bello e stimolante, ma c’è qualcosa che mi stona, lo devo ammettere. Per prima cosa, nel titolo. Il fatto che sia rivolto a “bambine ribelli” mi innesca uno…

The Young Pope

Cosa succederebbe se la Chiesa venisse improvvisamente amministrata da un Papa che non scende a compromessi con i credenti? Un Papa integerrimo e tiranno, uno che vuol far rispettare tutti i precetti della Cristianità così come vengono presentati secondo dottrina? Uno che non cerca il consenso delle masse, che esalta il fanatismo, che vuole riportare…

Il nome del figlio

Ci sono storie che ti appartengono più di altre. Questa è una di quelle. Il film è uscito in Italia nel 2015 ed è un riadattamento di una pièce teatrale francese Le Prénom di Alexandre de La Patellière e Matthieu Delaporte, dal quale era già stato tratto il film francese Cena tra amici. Dico subito che…

Così è la vita (imparare a dirsi addio)

Concita de Gregorio, giornalista e scrittrice, in questo libriccino di appena 118 pagine affronta il tema più difficile, uno degli argomenti tabù del nostro secolo: la morte. È un dato di fatto che la morte riguardi tutti noi sia direttamente che indirettamente, eppure non amiamo parlarne, preferiamo ignorare la sua costante presenza, la contempliamo, ma…

Il terremoto e le polemiche

In questi giorni ho letto molto sul terremoto, sia per quanto riguarda la natura geologica del nostro paese, sia per quanto riguarda le costruzioni non a norma, poi le donazioni, i vari e presunti sciacallaggi mediatici, la mobilitazione degli aiuti umanitari, bufale a destra e a manca, non-esperti che parlano come esperti, esperti che parlano…

Lettori si cresce

Leggere non è obbligatorio, non è fondamentale e puoi benissimo vivere senza. E allora cos’è che spinge i lettori più appassionati a voler tramandare e propagandare la lettura? Perché io che leggo vorrei che anche tu leggessi? Cosa mi spinge a desiderarlo così tanto? Quando facevo danza non mi aspettavo che gli altri dovessero ballare,…

I miei attacchi di panico

La prima volta che ho avuto un attacco di panico avevo otto anni. Qualcosa si è spento all’improvviso e l’unica cosa che desideravo era stare a casa con la mia mamma. Non volevo più andare a scuola, né stare con altre persone. La mattina vomitavo e spesso piangevo disperata. I miei compagni di classe cominciarono…

Cosa tiene accese le stelle

Di questi tempi è facile lasciarsi abbattere, vedere il bicchiere mezzo vuoto, percepire l’orizzonte sfuocato e molto, molto lontano. Questa è una lettura che tira su. Un antidoto alla mancanza di fiducia e speranza. Ci mostra l’altro lato della medaglia e ci fa riflettere sui nostri tempi e su quello che di buono c’è e…